Sala stampa

Concerto della “Pocket Orchestra” del M° Guido Di Leoneper la Vernice della 81ª Stagione  della Camerata Musicale Barese il prossimo 16 ottobre  al Nicolaus Hotel - special guest Francesca Leone (voce).  Inizio concerto ore 20.

In programma composizioni di Horace Silver, Cedar Walton, Guido Di Leone, Joe Henderson,

Jim Hall, Charles Mingus, Freddie Hubbard, Gerry Mulligan. Arrangiamenti originali scritti dai musicisti della Pocket Orchestra.

Nella seconda parte del concerto Francesca Leone presenterà il progetto “QUERIDA”, incentrato su un repertorio di bossa nova che spazia tra i brani e gli autori più o meno noti del genere: da Jobim a Joyce senza tralasciare la composizione originale,  Querida, che dà il nome al disco interamente arrangiato da Vito Andrea Morra.

Sul palco, insieme al M° Di Leone (chitarra), Mike Rubini (sax alto), Francesco Lomangino (sax tenore e flauto),  Alberto Di Leone (tromba), Vito Andrea Morra (trombone),  Gianluca Fraccalvieri (basso), Fabio Delle Foglie (batteria),  Enzo Falco (percussioni).

Guido  Di Leone è un musicista jazz, chitarrista, didatta. E’ nato a Bari nel 1964 dove attualmente vive.

Molto prolifico come compositore, bandleader e arrangiatore, ha inciso un centinaio di CD di cui circa la metà come leader. Il suo rinomato comping e la buona conoscenza degli standards jazz, lo portano a suonare ed incidere frequentemente con noti artisti internazionali. Nonostante l’intensa attività concertistica in Italia e all’estero Guido Di Leone è spesso impegnato nell’organizzazione di rassegne jazz, nella conduzione di spettacoli musicali e, a volte, anche di programmi musicali televisivi. Stilisticamente identificato nell’aria del Modern Mainstream ha, da sempre, mostrato un particolare interesse per le sonorità e composizioni del chitarrista Jim Hall, tanto da dedicargli il suo primo lavoro discografico del 1991, “All for Hall”, ben accolto dal grande Jim. È direttore e docente di chitarra e armonia della scuola musicale “Il Pentagramma di Bari”, da lui stesso fondata nel 1985. Dirige anche il “Duke Jazz Club Bari”, annesso alla sede della scuola.

Francesca Leone, cantante jazz, è nata a Bari. Ha inciso molti dischi di cui quattro in qualità di leader a suo nome, tra cui proprio “Querida”, il suo ultimo disco di bossanova che riprende il sound degli anni’60. Numerose le partecipazioni a festival jazz e rassegne anche all’estero. Spesso collabora con l’Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana di Bari. Svolge la sua attività di cantante e insegnante di canto jazz presso la scuola di musica “Il Pentagramma“ di Bari.

Si accede al concerto con l’abbonamento e/o prenotazione alla 81ª Stagione o con un biglietto d’ingresso.

Per informazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Via Sparano 141 tel. 080/521.19.08 e sul sito www.cameratamusicalebarese.it


Venerdì 7 ottobre p.v., ore 20,45, secondo appuntamento al Teatro Forma di Bari della rassegna “I Grandi Maestri – Omaggio a Johann Sebastian Bach” con il violoncellista  Benedict Kloekner.   

Un concerto, “Bach et sounds of light”, che celebra i 300 anni dalla nascita delle Suites per violoncello solo, in omaggio alle quali - nel periodo della pandemia Covid - nuove opere sono state composte da Eric Tanguy, Elena Kats Chernin, José Elizondo, come reazione alle difficoltà e come messaggio di speranza per il futuro. Il progetto sarà presentato anche alla Berlin Philharmonic  Hall, alla Frankfurt Alte Oper e alla Carnegie Hall di New York.

Benedict Kloeckner è un rappresentante molto apprezzato della nuova  generazione di violoncellisti. Ha vinto il Concorso Radiofonico Europeo, il premio dell’Accademia Nicolas Firmenich del festival di Verbier e il concorso Emanuel Feuermann di Berlino. Si esibisce con prestigiose orchestre suonando con direttori come Christoph Eschenbach, Howard Griffiths, Ingo Metzmacher, Michael Sanderling e Heinrich Schiff. Appassionato musicista da camera  collabora con artisti come Sir András Schiff, Anne Sophie Mutter, Gidon Kremer, Christoph Eschenbach, Antoine Tamestit, Emmanuel Axe, Fazil Say, Lisa Batiashvili, Yuri Bashmet, Benjamin Grosvenor, Lars Vogt e Christian Tetzlaff.  Coopera regolarmente anche con compositori contemporanei quali Wolfgang Rihm, di cui ha inciso “Über die Linie”, vincendo il premio Pizzicato Supersonic Award nel 2020, e di cui ha suonato nel 2021 il suo ultimo concerto per violoncello. Tra le sue incisioni un’acclamata registrazione del concerto per violoncello di Robert Schumann, nominata per il premio German Record Critics. Suona un violoncello italiano di Francesco Ruggieri (Cremona 1690), precedentemente suonato da Maurice Gendron.

Benedict Kloeckner eseguirà: Elena Kats – Chernin I am Cello (1ª esecuzione alla Camerata), Johann Sebastian Bach Suite in sol magg. BWV 1007, Éric Tanguy In Between (1ª esecuzione alla Camerata),  José Elizondo Under the starry sky (1ª esecuzione alla Camerata), Johann Sebastian Bach Suite in re magg. BWV 1012.

Prossimo appuntamentomartedì 11 ottobre nella Chiesa di Santa Croce, ore 19,30,con il flautista Massimo Mercelli con un  programma intitolato  “J.S. Bach, l’Europa e il nuovo mondo”.

Per informazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano,141 - infotel 080/5211908, sui social dell’Associazione e sul sito www.cameratamusicalebarese.it.


Primo appuntamento della Rassegna “I Grandi Maestri – Omaggio a Johann Sebastian Bach”  domani 4 ottobre alle ore 19.30 con l’organista Fabio Ciofini in “Bach, i fiamminghi e l’Italia” presso la  Chiesa di Santa Croce a Bari.

Johann Sebastian Bach non ha viaggiato mai al di fuori dei suoi confini nazionali, ma ugualmente ha utilizzato gran parte degli stili europei. In particolar modo e relativamente alle opere per organo, ha raccolto l’eredità dei grandi compositori italiani e fiamminghi, studiando e poi trascrivendo i più importanti capolavori di Frescobaldi, Vivaldi, Marcello, Sweelinck e Noord

Il programma è il seguente: Johann Sebastian Bach Partite diverse sopra “O Gott, du frommer Gott” BWV 767, Jan Pieterszoon Sweelinck Exachord Fantasia, Johann Sebastian Bach – Alessandro Marcello Concerto in re minore BWV 974 dal Concerto per oboe, archi e basso continuo,Abraham van den Kerckhoven Fantasia in fa, Johann Sebastian Bach - Antonio Vivaldi Concerto in sol maggiore BWV 973 dal Concerto per violino, archi e basso continuo RV299, Anthoni van Noordt Psalm 24.

Ingresso gratuito.

Secondo appuntamento al Teatro Forma venerdì 7 ottobre con il violoncellista Benedict Kloeckner in un programma dal titolo “Bach et sounds of light”.

Per informazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908, sui social dell’Associazione e sul sito www.cameratamusicalebarese.it.


Tre grandi nomi per l’81ª Stagione della Camerata Musicale Barese: il 23 ottobre alTeatro Petruzzelli inaugurazione della Stagionecon "La Musica è pericolosa - Concertato”,unracconto musicale diretto da Nicola Piovani, premio Oscar per la colonna sonora del film "La Vita è Bella" di Roberto Benigni.Lo spettacolo percorre con parole e suoni alcune tappe della vita del Maestro, quelle in cui si è trovato dinanzi alla pericolosità seduttiva della musica: la scoperta di grandi autori, il fascino delle bande musicali, la potenza di una canzonetta.Piovani ci accompagna in un viaggio che rivela i frastagliati percorsi che l’hanno portato a fiancheggiare il lavoro di De André, Fellini, Magni, registi spagnoli, francesi, olandesi, per teatro, cinema, televisione e cantanti strumentisti.Alternando brani teatralmente inediti e nuovi arrangiamenti delle sue più note composizioni, Piovani dà vita ad un racconto fatto non solo di parole e musica, ma anche di immagini: quelle che Luzzati e Manara hanno dedicato all’opera musicale di Piovani e quelle di film e spettacoli che ha musicato. Lì dove la musica non può arrivare supplisce la parola, ma è la musica, lingua universale dell’anima capace di esprimere “ciò che non si può dire e ciò che non si può tacere”, a fare da padrona e a riempire la scena.Il Maestro sarà accompagnato da Marina Cesari (sax/clarinetto), Pasquale Filastò (violoncello/chitarra/mandoloncello), Pietro Pompei (batteria/percussioni), Marco Loddo (contrabbasso) e Sergio Colicchio (tastiere/fisarmonica).    

Il 7 novembre, al Teatro Piccinni, la grande Concertistica con Andrea Lucchesini, uno dei pianisti italiani di più grande fama nel mondo.  Un'importante carriera solistica internazionale, la dedizione per l'insegnamento alle nuove generazioni, una passione che include tanto la classica quanto la contemporanea, e poi i Maestri e le collaborazioni importanti - da Abbado e Berio fino a Mario Brunello.   Lucchesini sarà protagonista di una nuova tappa del progetto pluriennale dedicato a Schubert e Schumann. Sonorità corpose, quelle che ascolteremo nel corso del concerto, unite a un calore musicale unico, tipico del grande pianista toscano. Si esplorano così i due percorsi compositivi dei due grandi musicisti che hanno dato vita al Romanticismo, attraverso un’intensa condivisione di stili e generi.

A ruota il 10 novembre, al Petruzzelli, il violoncello virtuoso di GIOVANNI SOLLIMA. Suonare per lui non è un fine, ma un mezzo per comunicare con il mondo. È un compositore fuori dal comune, che grazie all’empatia che instaura con lo strumento e con le sue emozioni e sensazioni, comunica attraverso una musica unica nel suo genere, dai ritmi mediterranei, con una vena melodica tipicamente italiana, ma che nel contempo riesce a raccogliere tutte le epoche, dal barocco al ‘metal’. Scrive soprattutto per il violoncello e contribuisce in modo determinante alla creazione continua di nuovi repertori per il suo strumento.

Sono in corso abbonamenti all’Intera Stagione e alloSpeciale Eventi (10 spettacoli) con promozioni e scontistica del 30%.

Per informazioni e/o prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese infotel 080/5211908 e su www.cameratamusicalebarese.it


Torna la grande musica della Camerata Musicale Barese con la terza edizione della rassegna “I Grandi Maestridedicata a Johann Sebastian Bach, musicista europeo.

Johann Sebastian Bach è uno dei giganti della storia della musica e, più in generale, rappresenta una delle più alte vette dello spirito umano, come ben sottolineato da Harold Bloom nel suo saggio “Canone Occidentale”.

Un esempio di sguardo ampio rivolto agli stili nazionali europei e di equilibrio fra profano e sacro e spirito cattolico e luterano. Un riferimento fondamentale per tutti i compositori a lui posteriori e per il

mondo di oggi, un modello non solo di valore e di autentico rappresentante della tradizione, ma di sguardo fiducioso e imprescindibile verso il futuro.

La rassegna comprenderà pagine note, ma anche meno note e di raro ascolto, puntando sulla varietà delle formazioni e sull’ eccellenza degli esecutori invitati.

Primo appuntamento martedì 4 ottobre alle ore 19.30 con Fabio Ciofini in “Bach, i fiamminghi e l’Italia” presso la  Chiesa di Santa Croce a Bari.

Johann Sebastian Bach non ha viaggiato mai al di fuori dei suoi confini nazionali, ma ugualmente ha utilizzato gran parte degli stili europei. In particolar modo e relativamente alle opere per organo, ha raccolto l’eredità dei grandi compositori italiani e fiamminghi, studiando e poi trascrivendo i più importanti capolavori di Frescobaldi, Vivaldi, Marcello, Sweelinck e Noord

Fabio Ciofini ha studiato organo, pianoforte e fortepiano al Conservatorio di Musica di Perugia e clavicembalo presso la Scuola di Musica di Fiesole con A. Fedi. Nel 1995 è stato nominato organista titolare presso la Collegiata di Santa Maria Maggiore in Collescipoli. Tiene regolarmente concerti e Masterclass in Italia, Europa, Stati Uniti, Canada e Giappone ed è ospite dei più importanti Festival di musica antica.  Le sue interpretazioni di musica antica e barocca riscuotono larghi consensi. Fabio Ciofini è attivo anche come direttore e concertatore. Insegna tastiere storiche presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Briccialdi” di Terni.

Il programma è il seguente: Johann Sebastian Bach Partite diverse sopra “O Gott, du frommer Gott” BWV 767, Jan Pieterszoon Sweelinck Exachord Fantasia, Johann Sebastian Bach – Alessandro Marcello Concerto in re minore BWV 974 dal Concerto per oboe, archi e basso continuo,Abraham van den Kerckhoven Fantasia in fa, Johann Sebastian Bach - Antonio Vivaldi Concerto in sol maggiore BWV 973 dal Concerto per violino, archi e basso continuo RV299, Anthoni van Noordt Psalm 24.

Ingresso gratuito.

Secondo appuntamento al Teatro Forma venerdì 7 ottobre con il violoncellista Benedict Kloeckner in un programma dal titolo “Bach et sounds of light”.

Per informazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908, sui social dell’Associazione e sul sito www.cameratamusicalebarese.it.


“Anteprima” della 81ª Stagione della Camerata Musicale Barese con PINO DANIELE OPERA

“Una serata con le canzoni di Pino Daniele” domani al Teatro Petruzzelli.

Lo spettacolo vedrà sul palcoscenico del Politeama la rivisitazione con nuovi arrangiamenti delle melodie indimenticabili del grande Pino Daniele, effettuate da un Ensemble da camera di 9 talentuosi musicisti diretti dal Maestro Paolo Raffone, con 5 special guest d’eccezione, che nel corso dei decenni hanno collaborato con il “nero a metà” e accompagnati dalla voce penetrante e fortemente espressiva di Michele Simonelli.

L’idea di questo progetto nasce da una storia, di profonda amicizia, che legava Pino Daniele e

Paolo Raffone, ma soprattutto dalla loro collaborazione in ambito discografico. Nel 1985

Pino Daniele sperimenta alcuni brani arrangiati da Paolo Raffone con una orchestrazione classica (tecnicamente da camera) in un tour nei maggiori teatri italiani. Il progetto rimase a livello di concerto live, anche se si pensò ad un disco che però non fu più realizzato. Il Maestro Paolo Raffone lo tirò fuori dal “cassetto” nel 2014 e l’ha concretizzato negli anni successivi insieme a Michele Simonelli.

“È un’opera cameristica in senso stretto – racconta così il Maestro Raffone - delicata, nel segno del concertismo con un dialogo tra le voci degli strumenti. Pino avrebbe voluto un’orchestra in ogni disco. Da ragazzi andavamo a San Pietro a Majella per sentire i “Solisti di Roma”. La nostra amicizia risale infatti a tanti anni fa, quando Pino non era ancora noto al grande pubblico e quel sodalizio non è mai mutato nel tempo”.  “Il nostro non è un Musical, né una cover band – spiega Michele Simonelli – lo definirei un “Concerto” vero e proprio. Abbiamo avuto l’imbarazzo della scelta, alla fine abbiamo optato per quei brani che meglio hanno rappresentato il nostro percorso musicale o che maggiormente si sono prestati ad un’interpretazione cameristica, valutando anche quelli più congeniali alla mia voce.

Un viaggio emozionante per ritrovare, sotto una veste sonora inedita, tutte quelle suggestioni che si diffondono naturalmente dalle melodie e dai versi delle canzoni dell’Artista che ha riportato “Napoli” e la sua Musica al centro dell’universo artistico internazionale.

Inizio spettacolo ore 21.

La Camerata per festeggiare l’inizio della nuova Stagione  ha inteso mettere in vendita un numero limitato di posti a prezzo promozionale, oramai in via di esaurimento.

Per informazioni e prenotazioni gli interessati possono rivolgersi presso gli uffici della Camerata infotel 080/5211908 e sul sito www.cameratamusicalebarese.


Per la sua nuova Stagione 2022/2023, fra le varie attività artistiche che prevedono come sempre Musica e Danza, la “Camerata” propone al suo pubblico un viaggio verso la musica “popolare leggera italiana” ormai definitivamente parte della nostra storia culturale..

Il viaggio nella musica italiana” comprende tre appuntamenti di grande interesse, tutti al Teatro Petruzzelli: si inizia martedì 27 settembre con “PINO DANIELE OPERA - “Una serata con le canzoni di Pino Daniele”.

Lo spettacolo vedrà la rivisitazione delle melodie indimenticabili del grande Pino Daniele realizzate da un Ensemble da camera di 9 talentuosi musicisti diretti dal Maestro Paolo Raffone, con 5 special guest d’eccezione, che nel corso dei decenni hanno collaborato con il “nero a metà” e accompagnati dalla voce penetrante e fortemente espressiva di Michele Simonelli.

L’evento sarà un tributo a Pino Daniele, un mito, il cantautore di formazione blues che ha sempre saputo condurre i suoi ascoltatori in un viaggio alla scoperta delle sue radici e che con le sue canzoni ha riportato 'Napoli' e la sua musica al centro dell’universo artistico nazionale ed internazionale.

E non è decisamente azzardato accostare al cantautore napoletano il nome di Massimo Ranieri, protagonista del secondo appuntamento del 26 novembre, in prima nazionale.

Ranieri presenterà il suo nuovo ed emozionante show dal titolo “Tutti i sogni ancora in volo” con cui tornerà a stregare gli spettatori con uno straordinario viaggio tra canto, recitazione e danza, per catturare e stupire il pubblico con le grandi melodie senza tempo, i suoi brani più celebri e l’incanto affabulatorio della sua magistrale interpretazione.

Raffinatissimo terzo appuntamento il 19 marzo con Alice che presenterà il suo nuovo live tour “Alice cantaBattiato”. In questo viaggio sarà accompagnata al pianoforte da Carlo Guaitoli, per tanti anni collaboratore di Battiato. Alice omaggerà l’artista siciliano con autenticità ed eleganza, sia perché sua amica e collaboratrice dagli esordi, ma soprattutto per quella affinità artistica che li ha legati da sempre e che la rendono un’interprete unica della sua musica.

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi agli uffici della Camerata, infotel 080/5211908 e on-line sul sito www.cameratamusicalebarese.it


Torna la grande musica classica della Camerata Musicale Barese: dopo il successo della prima edizione dedicata all’indimenticato Pianista Aldo Ciccolini  e dopo il ciclo di concerti dedicato nel  2020 a Ludwig van Beethoven, “I Grandi Maestri” riprenderà il 4 ottobre  e omaggerà  “Johann Sebastian Bach, musicista

europeo”.

Johann Sebastian Bach è uno dei giganti della storia della musica e, più in generale, rappresenta una delle più alte vette dello spirito umano, come ben sottolineato da Harold Bloom nel suo saggio “Canone Occidentale”. Un esempio di sguardo ampio rivolto agli stili nazionali europei e di equilibrio fra profano e sacro e spirito cattolico e luterano. Un riferimento fondamentale per tutti i compositori a lui posteriori e per il mondo di oggi, un modello non solo di valore e di autentico rappresentante della tradizione, ma di sguardo fiducioso e imprescindibile verso il futuro.

La rassegna comprenderà pagine note, ma anche meno note e di raro ascolto, puntando sulla varietà dei programmi e sull’ eccellenza degli esecutori invitati.

I concerti programmati saranno cinque e per la precisione:

 

Martedì 4 ottobre Parrocchia Santa Croce ore 19.30

FABIO CIOFINI organo - “Bach, i fiamminghi e l’Italia”

 

Venerdì 7 ottobre Teatro Forma ore 20.45

BENEDICT KLOEKNER violoncello - “Bach & sound of light”

 

Martedì 11 ottobre Parrocchia Santa Croce ore 19.30

MASSIMO MERCELLI flauto - “J.S. Bach, l’Europa e il nuovo mondo”

 

Venerdì 14 ottobre Teatro Forma ore 20.45

GIANLUCA LUISI pianoforte - “J.S. Bach e la danza”

 

Martedì 18 ottobre Teatro Forma ore 20.45

KSENIA MILAS violino - “J.S. Bach e Ysaye”

 

Intanto procede, a grande ritmo, la programmazione della nuova Stagione che  si annuncia molto variegata nelle sue linee dedicate ai “Grandi Interpreti/Grandi Repertori”, “Il potere della Danza”, “Musica e Parole”, “Jazz e dintorni” e “Viaggio nella Musica Italiana”,  degna delle tradizioni e dei grandi eventi  che hanno finora accompagnato finora  la vicenda artistica, culturale e civica della Camerata.

I Dirigenti della storica associazione si propongono così di continuare a rappresentare una crescente realtà nel panorama artistico e culturale della città, della Puglia e del Mezzogiorno.

Per informazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908, sui social dell’Associazione e sul sito www.cameratamusicalebarese.it.


La Camerata Musicale Barese, nella giornata del 16 Settembre presso la Sala Giunta del Comune, ha presentato l’intero cartellone della 81ª Stagione 2022/2023.

Erano presenti i Dirigenti dell’Associazione e vari rappresentanti della Stampa.

Per questa occasione la Camerata ha annunciato una straordinaria promozione fino al prossimo 27 settembre: il costo degli abbonamenti sarà scontato del 25% fino al 30%.

Aperta anche la vendita dei biglietti ed in particolare per: l’Anteprima di Pino Daniele Opera al Teatro Petruzzelli il prossimo 27 Settembre, per l’Evento con Nicola Piovani, per il Concerto di Natale con Roderick Giles & Grace – Gospel at its Best, per il Concerto di Capodanno con la Roma Tre Orchestra e l’International Opera Choir che eseguiranno la Sinfonia n. 9 in re min. op. 125 di L.V. Beethoven, il Recital di Alice canta Battiato previsto per il prossimo 19 Marzo al Petruzzelli e il The Legend of Morricone – Parte II con l’Ensemble Symphony Orchestra diretta da Giacomo Loprieno.

Info e prenotazioni presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 e on-line sul sito www.cameratamusicalebarese.it


La Camerata Musicale Barese, a grandissima richiesta, proroga la promozione fino al 27 settembre sul costo degli abbonamenti che sarà scontato del 25% fino al 30%.

Anteprima della Stagione il 27 settembre dedicata al mondo musicale del grande Pino Daniele, con l’esecuzione dei brani più noti del cantautore da parte dei suoi storici collaboratori.

Di questo Evento spiegano Paolo Raffone e Michele Simonelli (Direttore e Voce dell’Ensemble) entrambi amici e collaboratori di Pino Daniele: “E’ un’opera cameristica in senso stretto nel segno del concertismo con un dialogo tra le voci degli strumenti. Non è un musical ma un concerto vero e proprio e abbiamo fortemente voluto mantenere intatto il sentimento e l’anima dei brani Pino.”

Inaugurazione ufficiale il 23 ottobre con il Premio Oscar Nicola Piovani che, con la sua orchestra, metterà in scena la narrazione della sua storia musicale intrecciata con il grande Cinema nello spettacolo

La Musica è pericolosa!”

Ugo Pagliai e Paola Gassman, accompagnati dal pianista Piero Di Egidio, presenteranno un omaggio all’opera di Pier Paolo Pasolini a 100 anni dalla nascita attraverso la lettura dei suoi scritti.

Giovanni Sollima e il suo violoncello, per la prima volta alla “Camerata” e il pianista Andrea Lucchesini offriranno ulteriori chiavi musicali di lettura interpretativa, insieme alla rilettura dell’Otello di Shakespeare attraverso le sonorità e la passionalità del Tango della Compagnia di Danzatori “Naturalis Labor”.

Immancabile il Concerto di Natale tutto “Gospel” affidato a “Roderick Giles&Grace”, una formazione composta da un gruppo di straordinari cantanti provenienti direttamente dagli Stati Uniti.

Il tradizionale “Concerto per il Nuovo Anno” della Camerata Musicale Barese si terrà martedì 3 gennaio al Teatro Petruzzelli.  A porgere gli Auguri la “Roma Tre Orchestra e l’International Opera Choir”. In programma la Sinfonia n. 9 in re minore per soli, coro e orchestra op. 125 di Ludwig van Beethoven, nota anche come “Corale”, monumento della musica di ogni tempo.

Il 23 febbraio, l’Omaggio al grande compositore italiano Ennio Morricone, autore di oltre 500 colonne sonore, con un nuovo concerto dell’Ensemble Symphony Orchestra che diretta da Giacomo Loprieno interpreterà composizioni tratte dal secondo volume delle composizioni firmate da Morricone. Il Buono Il Brutto ed Il Cattivo, Mission, La Leggenda del Pianista sull’oceano, C’era Una Volta il West, Nuovo Cinema Paradiso, Per un Pugno di Dollari, The Hateful Eight, C’era una volta in America, Per qualche dollaro in più, Malena…

Secondo degli appuntamenti con gli “Eventi Straordinari” della nuova Stagione della Camerata Musicale Barese il 26 novembre con Massimo Ranieri che presenterà il suo nuovo emozionante show dal titolo

Tutti i sogni ancora in volo”.

La Stagione della Camerata sarà presentata il prossimo 16 Settembre presso la Sala Giunta di Palazzo di Città.

Per informazioni e prenotazioni gli interessati possono rivolgersi presso gli uffici della Camerata in Via Sparano n. 141 e sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it, dove sono in vendita gli spettacoli in cartellone annunciati.